fbpx
trasmittanza infissi

Oltre alle porte ed alle finestre, esistono altre soluzioni in grado di mettere in comunicazione l’ambiente esterno da quello interno della casa.

Parliamo delle porte finestra, un prodotto ibrido che offre innegabili vantaggi propri sia delle finestre che delle porte.

Oltre ad essere un elemento di design per la casa, la porta finestra ad una o due ante consente di aprire gli ambienti interni per ricevere il massimo di aria e luce possibile e coniugando praticità ed estetica.

Ecco qualche utile indicazione per valutare le diverse opzioni a tua disposzione:

 

Come scegliere la perfetta porta finestra

Sistemi di apertura

Partiamo subito dal fare una distinzione tra due tipologie di apertura delle porte finestre, quella a battente e quella a scorrimento. Questa scelta deve essere fatta in modo da individuare il sistema più funzionale per la casa, anche in relazione alla camera di riferimento.

Apertura a battente: si tratta dell’apertura tradizionale tipica della maggior parte dei serramenti. La soluzione prevede una o più ante che solitamente si aprono verso l'interno.

Apertura a scorrimento: in questo caso, si ha lo scorrimento di un’anta della finestra che andrà a scorrere e sovrapporsi all’altra anta. Questa soluzione è perfetta in caso di aperture verso giardini o grandi terrazze poichè agevolano il senso di continuità tra inetrno ed esterno.

Analizziamo adesso le caratteristiche delle due tipologie di apertura.

Porte finestre con apertura a battente

La porta finestra con apertura a battente è sicuramente l’infisso più diffuso e adattabile in ogni tipo di contesto e stile. Il vantaggio principale di questo serramento è la possibilità di aprire completamente l’anta e permettere quindi il maggior afflusso d’aria possibile.

Tra gli svantaggi troviamo però quello dell’ingombro. Se infatti non abbiamo a disposizione sufficiente spazio, l’apertura dell’anta potrebbe togliere spazio a mobilio e complementi d’arredo.

Porta finestra con apertura a scorrimento

Grazie all’utilizzo di tecnologie sempre più all’avanguardia, è possibile realizzare finestre scorrevoli di dimensioni sempre più ampie, fino a coprire l’intera parete con una superfice vetrata.

La scelta di una porta finestra con apertura a scorrimento dipende essenzialmente da due esigenze: aumentare il più possibile l’afflusso di luce nella stanza beneficiando appieno del panorama esterno e guadagnare spazio in ambienti piccoli, riducendo al minimo l'ingombro dell'infisso.

Anche se dotate di vetrate di grandi dimensioni, le porte finestra scorrevoli assicurano la massima luminosità senza aumentare la dispersione termica dell’infisso. 

Se vuoi analizzare meglio questa tipologia di infisso, leggi l'articolo riguardo gli scorrevoli cliccando qui.

Quale materiale scegliere

Porta finestra in alluminio:

grazie all’utilizzo dell’alluminio, è possibile realizzare serramenti dal peso contenuto, design moderno e prezzo competitivo. Questo tipo di porte finestra non richiede eccessivi lavori di manutenzione e consente una vasta possibilità di personalizzazione. Inoltre la lavorazione a taglio termico dei profili, aumenta la capacità di isolamento termico dell'infisso rispetto alla lavorazione tradizionale.

Porta finestra in PVC:

il pvc è un materiale 100% riciclabile, facile da pulire e con un eccellente rapporto qualità-prezzo. Le porte finestra in pvc risultano più pesanti, quindi sconsigliate per ricoprire vaste superfici, ma hanno una capacità isolante maggiore rispetto alla porta finestra in alluminio. In generale il pvc è consigliato per luoghi con temperature estreme, poiché garantisce una migliore efficienza sia con climi molto rigidi sia con temperature elevate.

Un’ottima soluzione può essere quella di acquistare una porta finestra in PVC rivestita in alluminio all’esterno. In questo modo avrai un infisso con elevate prestazioni energetiche, molto resistente alle intemperie e che non richiede particolare manutenzione.

Quali caratteristiche deve avere una porta finestra

Le porte finestra racchiudono in un unico serramento i pregi di entrambi gli elementi da cui prendono il nome. Permettono infatti il passaggio dall’interno all’esterno dell’abitazione, rendono la casa più luminosa e consentono di massimizzare gli spazi a disposizione.

Molte sono dunque le caratteristiche da valutare quando si sceglie questa tipologia di serramento.

Isolamento termico

Una delle funzioni principali di un infisso è quella di limitare al massimo le dispersioni di calore così da assicurare una temperatura adeguata all’interno della casa.

L’utilizzo di profili multicamera di anta e telaio sono uno strumento in grado di assicurare un adeguato isolamento termico. Ma non finisce qui.

Parlando di isolamento termico, bisogna infatti anche parlare di trasmittanza termica. Ma cos’è la trasmittanza termica? In questo contesto ci basta sapere che si tratta di un coefficiente che misura la quantità di calore che passa attraverso un serramento (per maggiori approfondimenti si rimanda all’articolo specifico).

Importante è dunque valutare tale parametro nella scelta della porta finestra. I parametri che influiscono sul grado di isolamento termico delle porte finestra sono anche i materiali utilizzati per realizzare il profilo dell’infisso (il pvc risulta un materiale più efficiente nell’isolamento termico), il tipo di vetrocamera scelta, lo spessore dei vetri, il tipo di gas contenuto al suo interno, le guarnizioni e l’installazione del serramento.

Nel caso si voglia essere sicuri di abbattere al massimo la dispersione di calore, è consigliato scegliere una porta finestra con triplo vetro che, grazie al trattamento basso emissivo, riesce ad aumentare al massimo il suo isolamento termico.

Abbattimento acustico

In città o in zone molto rumorose, nello scegliere la portafinestra si dovrà prestare particolare attenzione alle prestazioni di isolamento acustico dell'infisso per scegliere un serramento in grado di abbattere la percezione del rumore.

La speciale vetrata IsoTOTAL delle portefinestra Fortinfissi è dotata di una speciale pellicola fono-assorbente che consente di ottenere un abbattimento acustico fino a 50 decibel.

Sicurezza

Per prevenire il rischio di furti in casa la porta finestra deve essere realizzata in modo tale da risultare impenetrabile: fondamentale è l'utilizzo di materiali in grado di resistere agli urti con oggetti contundenti e la dotazione di efficaci dispositivi antieffrazione

Scegliendo un serramento Fortinfissi, potrai decidere due differenti livelli di sicurezza per la tua porta finestra:

  • RC1 - il serramento è progettato per resistere ad effrazioni che prevedono il solo uso della forza fisica del malvivente.
  • RC2 - in questo caso l’abitazione è protetta da tentativi di scasso con l’uso di attrezzi come cacciavite, tenaglie, pinze e chiave inglese.

Posa in opera

Per finire non dimentichiamo che una corretta posa in opera degli infissi incide direttamente sulle performance termoacustiche della porta finestra e contribuisce ad evitare gli spifferi nella casa e le infiltrazioni d’acqua, con conseguente muffa e condensa.

Per questo motivo Fortinfissi ha scelto di fornire ai propri rivenditori un programma di formazione, in collaborazione con Wutrh, dedicato espressamente ai posatori. Un'ulteriore garanzia per i nostri clienti sulla qualità dei prodotti Fortinfissi.

 

Se si desidera dunque ottenere un ambiente ben illuminato e più funzionale, abbiamo visto come la porta finestra è uno strumento che risponde a perfezione a queste necessità, adattandosi a qualsiasi progetto architettonico o esigenza personale.

 

 
Materiali di qualità, prestazioni eccellenti e prodotto realizzato in Italia.
 
 
 
Utilizzo dei Cookie

Questo sito web utilizza cookie per offrirti un’esperienza di navigazione personalizzata. Utilizziamo inoltre i Cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.