In un epoca in cui molte culture si mescolano e si completano, parlare di stili di arredo è un modo per scoprire nuove realtà, ma anche un'occasione per prendere atto che, arredare una casa, in tutte le latitudini del mondo, significa avere un obiettivo ben preciso: comfort, relax ed una vista sul mondo esterno. Uno stile che racchiude queste caratteristiche è sicuramente l'arredo giapponese, minimal e di design. Una tipologia di arredamento che si presta molto alle tendenze moderne degli ultimi anni, caratterizzate da grandi spazi, richiamo alla natura e minimalismo nella scelta dei componenti di arredo. Una cultura così lontana geograficamente, che in realtà è molto più vicina di quanto possiamo immaginare. 
 
Con pochi elementi essenziali, si può rendere la propria casa un luogo perfetto, con tutti i dovuti comfort e un tocco di design.
 
Da molti anni ormai, la cultura orientale e più precisamente quella giapponese, è entrata nella vita di  tutti noi: ristoranti, fiere regionali e nazionali, libri, cinematografia e, non ultimi, gli elementi di arredo. Negli ultimi anni anche nel nostro Paese si è puntato sempre di più ad uno stile minimal, caratterizzato dall'impiego di materiali naturali e da open space illuminati da grandi vetrate. 
 

Lo stile giapponese

L’arredo giapponese si distingue per le sue linee semplici, pulite e minimali. All'interno della casa sono molto favorite le grandi stanze per condividere momenti con la famiglia o con gli amici.
Per rispettare lo stile orginale è importante evitare di riempire questi grandi open space di mobili e di sovraccaricare le pareti. 
 
Tutto quello di cui si ha bisogno sono gli elementi d'arredo essenziali: un bel tappeto ampio, morbido e colorato in linea con l’arredamento che riempie la stanza, un tavolino rigorosamente basso con attorno dei cuscini o delle poltrone, un sofà ampio, magari delle mensole e librerie minimaliste. 
Insomma, le parole d’ordine sono spazio ed essenzialità degli oggetti. 
 


La naturalezza dell'arredo

Gli elementi che compongono l’arredo devono richiamare la natura, come le stuoie, i divisori in carta da riso, soprammobili o oggetti generici per la casa in legno, bambù. 
Un ruolo importante nel completare l'arredo è assegnato alle piante che, oltre a dare colore alla casa, rendono pulita l’aria. 
Per uno stile giapponese ad hoc, l’elemento che non può assolutamente mancare è un giardino zen. Non vi allarmate, per suscitare atmosfere orientali se non si ha la possibilità di crearlo per mancanza di spazi e/o giardini, è sufficiente anche un semplice giardino zen fai-da-te o acquistato negli shop etnici in “formato tascabile” da tavolo.
 
 
 

La grandezza delle vetrate

L’open space regna sovrano. E quale tipologia di arredo migliore se non quella giapponese per ricorrere ad ampie vetrate come gli scorrevoli Fortinfissi, che riempiono la vostra casa di luce naturale? Gli scorrevoli vi danno la possibilità di rendere più spaziosi gli ambienti, sia che decidiate di installarli nel salone, in camera, o realizzare un open space tutto vetrato. 
 
Per le finestre delle stanze di una zona notte in stile giapponese, potete scegliere il sistema Lucestesa® grazie al quale potete godere fino al 30% di luce in piùFortinfissi ha reso possibile attraverso il sistema Lucestesa® l'aumento visibile della superficie vetrata della finestra grazie a linee essenziali e  profili sottili in modo da inondare le stanze di luce naturale.  
 
 
Se volete scoprire di più sui prodotti Fortinfissi chiedete un appuntamento presso gli showroom, potrete visitare gli showroom in totale sicurezza secondo le normative anti-contagio Covid19. Contattate i nostri rivenditori più vicini alla vostra zona per prenotare una visita ai nostri spazi espositivi, o scoprite il nostro catalogo per avere maggiori informazioni e portare un po’ di oriente nelle vostre case. Fortinfissi, vi aspetta!